Sustainable DenCITY

24 October,13

Due termini apparentemente inconciliabili, quasi un ossimoro. Eppure la risoluzione di tale antitesi costituisce un inevitabile obiettivo per la disciplina del progetto urbano dei nostri giorni.

Il lavoro si articola in una raccolta di riflessioni, confronti e analisi che abbiamo provato ad interpretare per fornire un’ipotesi metodologica di progetto, uno scenario dinamico, tra i mille scenari possibili, verso il quale potrebbero orientarsi la Città e la Metropoli di domani.

Un progetto che per il suo numero di elementi ed articolazione va spiegato per fasi, step by step; in modo da isolare gli oggetti del disegno urbano a cui ci si riferisce e chiarirne il senso, la disposizione e le relazioni che intercorrono tra essi stessi e con il contesto. La sequenza in cui tale esercizio progettuale è raccontato rappresenta inoltre una scala di valori, partendo dal progetto degli spazi vuoti (i Luoghi della città) e dei flussi, che rappresentano l’ invariante della pianificazione, per poi predisporre le aree di costruito, articolate in mix funzionale e disposte secondo criteri di prossimità a nodi infrastrutturali, parcheggi e aree pubbliche. In sostanza un processo inverso a quello che ha pianificato la storia urbana dal dopoguerra ad oggi, che, partendo dagli edifici ha poi cercato di dare un senso ai vuoti urbani residuali, conferendo a vaste aree di nuova edificazione l’appellativo di “non luoghi”.

Non solamente una nuova centralita’, bensi’ una sorta di citta’ nella citta’. Un luogo di riferimento alla scala metropolitana ed internazionale. Emblema di un territorio di confine tra Cleveland Down Town e la Scranton Peninsula cui attribuire una eccezionale capacita’ attrattiva. Una penisola avvinghiata da infrastrutture, entro cui perdersi senza sosta tra colori, pubblicita’ servizi e divertimento da mattina a sera, notte inclusa. Attenzione pero’, non un futile parco dei divertimenti, bensi’ un luogo che vorremmo fosse contemporaneamente piazza internazionale, un luogo di incontro cosmopolita, piazza civica contemporanea, terrazza panoramica verso la citta’ e centro urbano di incontro di riferimento culturale. Un posto simbolico dove potere incontrarsi, fare “business”, ritrovarsi e, magari, anche fermarsi per uno, due o tre giorni, nell’agio di strutture ricettive capaci di offrire il massimo confort possibile.

  • CategoriaUrban projects
  • Tipologia-
  • StatoStudio di fattibilità
  • Anno2011
  • LuogoCleveland - Ohio
  • Dimensioni140 ha
  • CommittenteKent State University
  • Budget-
  • Fotografie-
  • Con-